Zio Pesce. Quando resti in città, ma hai voglia di mare…

ZioPesceCi sono, anzi ci siamo già stati mille volte. Prendo ora l’occasione per fare questa recensione. Con pregi e difetti. Il meglio, il peggio. Insomma, quello che ci è piaciuto di più!

Zio pesce nasce da un’idea di Seven Group: proporre una cucina qualitativa ed economica a base di pesce che utilizzi ingredienti naturali seguendo le stagioni e la reperibilità di pesce sul mercato. Questo è quanto riportato sul loro sito. Mi sento un pò di dissentire. Posso concordare sulla qualità, ma i prezzi sembrano in continua crescita….

L’ambiente.

Legno chiaro, Casse di vino accatastate in ogni dove. Il mare troneggia ovunque: appeso, ai muri, nelle bitte da usare come appendino. E poi, ovviamente, nei sapori. La particolarità: la vetrina, che si affaccia su Cicco Simonetta, mette in bella mostra i doni del mare, quelli nudi & crudi, cioè ostriche, gamberi, mandorle, bulots, tartare (di tonno, salmone, gambero, seppia). Le ostriche vengono aperte al momento, le tartare composte lì per lì, il plateau royale allestito su ghiaccio tritato. I nudi&crudi sono un must! Tovaglie rosse a quadrettoni. Sala al piano superiore, meglio per i grupponi. E ai grupponi Zio Pesce ci ha pensato. Con Menù speciali. Se siete in più di 10 (ma vanno bene anche 8, 9 persone), esiste un menù degustazione che accontenterà tutti i palati. Cibo buono, che abbassa il conto.

Cosa abbiamo mangiato.

ANTIPASTI: mezza dozzina di ostriche, tartare di gamberi, sformatino di gamberi e zucchine, carpaccio di salmone marinato

PRIMI: risotto ai frutti di mare

SECONDI: dadolata di tonno al timo con pesto di peperoni; polpo alla griglia, branzino all’imperiale (per 2)

Cosa abbiamo bevuto:

1 bottiglia di prosecco; 1 Ribolla Gialla.

Poichè, come dicevo, ci sono stata ormai parecchie volte, posso darvi qualche dritta. Su cosa NON prendere. La tartare di seppia (non dice assolutamente nulla, nemmeno se la condite all’eccesso), il polpo alla griglia (ve lo presentato sbollentato e poi passato sulla griglia, peccato che sia un pezzo intero – basterebbe così poco…-, inguardabile a mio avviso); e qui, nota davvero dolente, il tortino al cioccolato fondente. Mai una volta che sia caldo. Una volta addirittura l’ho rimandato indietro proprio perchè era freddo e….me ne hanno servito un altro freddo uguale! Ultima cosa: la manager del locale. Moooolto gentile. Così gentile che se non state attente, alle donne dico, vi beccate dei baci in bocca. Ma questa è la nota divertente, se non vi scandalizzate. Ci tornerò? Certo! E non solo per i baci…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...