Fare da madrina alla Cresima. Cosa ho imparato.

Domenica 24 maggio.

200197599-001Non che cosa sia il sacramento della Cresima, la sua materia, la sua forma. Non come il sacramento della Cresima ci renda perfetti cristiani. Non quali siano i doni dello Spirito Santo che si ricevono nella Cresima. Non che cosa significhino l’olio e il balsamo in questo sacramento. Non chi sia il ministro del sacramento della Cresima. Non con quale rito il Vescovo amministra la Cresima. Non perché si fa l’unzione sulla fronte…ecc.ecc. (non certo farina del mio sacco).

Ho imparato però a leggere la tensione di una madre. Non per la Cresima del proprio figlio. Ma per la presenza indesiderata di un ex-marito e di tutta la cattiveria che quest’uomo ha portato con sè. Anche nel momento in cui ha cercato di strapparlo ai festeggiamenti organizzati dalla madre…

E ho imparato a guardare il faccino di questo bambino, che pur di non veder litigare i genitori, separati, era disposto ad andare con quell’uomo malvagio, rinunciando alla “sua” festa. Ho imparato cos’è una madre. E ho imparato a vedere quella voglia di sfogarsi come disperazione.

Chiedo scusa. Se prima d’ora non sapevo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...