Chi è costui?

890836-001Ieri sera, l’ennesima partita (per meglio dire, “l’orrido giuoco del pallone“). Premessa d’obbligo: Premium è entrato in casa nostra. Il demonio e la tessera.

Come si presenta l’atmosfera qui da noi: nana crollata presto (giornata difficile); gatti che dormono; io che preparo il bagno. Me la voglio proprio prendere comoda, sarà una lunga serata, in attesa che “l’orrido giuoco del pallone” termini.

In tutto questo, LUI non si sente. Mi insospettisco e, prima di tuffarmi in una vasca piena di bolle, lo vado a spiare. Atroce spettacolo!

Ha quelle orride cuffie in testa (stile “ho vinto qualche cosa?“) con cui sta guardando la partita. Penso: “che carino, evita di farmela sentire, sa che sono sensibile… Così non si sente volare una mosca“.

Sciocca. Illusa.

LUI “l’orrido giuoco del pallone” se lo ascolta sì con la cuffia, ma lo commenta pure. Ad alta voce!

Dimenticata così la carineria riservata nei miei confronti, dimenticata soprattutto  la lingua in bocca, viene dato libero sfogo al peggio di un uomo. No, care mie, non al meglio. Solo al peggio.

Mai sentito così prolifico di parole LUI. Lui che di solito mugugna qualcosa davanti al pc, magari mentre fattura o mentre legge qualche notizia. O che gioca, anche.

Qui la questione è diversa. Un altro LUI si è impossessato del nostro LUI. Questo qui ha le cuffie in testa, e con le cuffie in testa dice delle cose orrende! Mentre io, pacifica e beata nella mia vasca, tentavo di rilassarmi.

Macchè.

Parole mai sentite. Un turpiloquio da far accapponare la pelle. Nemmeno un camionista. Anzi, il camionista in tutto questo sembra provenire da Cambridge. LUI no. Se ne esce con parole mai sentite. Di tutto, di più. Cose che non si possono scrivere, cose che voi umani non potete mai aver sentito. Io sì. Dalla mia vasca. L’ultimo posto dove si dovrebbero udire.

Una su tutte (ripetibile, si intende)? “Io a quello gli spacco la gamba…“. Ma a chi? E perchè, poi?

E io, tra lo stare in sala con l’orrida fauce cuffiata a fare la spesa sul pomodoro e andare a letto a leggere con la mia bambina…scelgo il letto! La stanza più lontana da LUI…

Finirà prima o poi “l’orrido giuoco del pallone“?

Per forza, ma non prima che un urlo disumano, davvero, vi giuro, davvero disumano e lancinante, con rumori che lo accompagnano e che sembrano torture corporali, fuoriescao dalla sua bocca schiumante di rabbia.

E il mio pensiero, a questo punto, esausta forse quanto lui, è stato “è così che vengono gli infarti, vero?“.

Annunci

2 pensieri su “Chi è costui?

  1. Lo cancellarà sicuramente il commento….comunque sia il Genio convive con la Bestia…
    senza Bestia niente Genio e viceversa quindi…
    Ieri è stata la serata della Bestia,oggi è la giornata del Genio che deve sconfiggere il problema delle donne e la tecnologia,infatti la Merlini aveva pensato bene di staccare la spina del computer….tanto l’elettricità non è esiste,solo nella mia mente bacata e aveva procurato una perdita di dati di un cliente, ma ecco che il Genio si è svegliato e ha sistemato tutto….
    Cosa faresti senza il Genio e la Bestia eh?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...