Ristorante Casa Borella. Milano, 10 febbraio 2010.

CASA BORELLA – Alzaia Naviglio Grande, 8 – 20144 Milano – tel. 02 80 40 04 07


Intimo. Così intimo che io e il mio dottore eravamo i soli avventori.

Intimo. Così intimo che poi è arrivata una coppia. Chiaramente clandestina.

Intimo. Così intimo che mi sono sentita talmente a mio agio da capitombolare da uno stronzo di gradino al ritrono dal bagno. Dissimulando il dolore al ginocchio dopo che la “lei” clandestina tutta preoccupata mi ha domandato: “Si è fatta male?“. Cosa diamine dovevo rispondere? Che sapevo per certo di essermi sbucciata il ginocchio come se fossi la mia nana che corre nel cortile della scuola e inciampa nei suoi stessi piedi rompendosi collant e pantaloni? No! Dissimulo la terribile vergogna e trattenendomi dallo zoppicare arranco verso il tavolo. Dove il mio dottore mi chiede stupito perchè non aveva visto: “Ma sei caduta?“. Trattenendo un ghigno beffardo. E malefico.

A quel punto muoio. Ho iniziato a ridere rivedendo la scena dall’esterno che non mi sono più fermata. Fino a quando il mio dottore, al momento dell’uscita, chiede al nostro fido cameriere: “Un pò pericoloso quel gradino? Ma cadono in molti?“. E lui prontamente risponde: “Soprattutto gli anziani“. Mortificata. Ecco come mi sono sentita. Come una vecchia carampana che non sa più camminare sui suoi tacchi da 10. Nemmeno 12, solo un misero 10…

Detto questo, il ristorante esiste da un anno e mezzo circa. Molto accogliente (forse mi sono lasciata illudere dal fatto che c’eravamo solo noi, però). Luci a faretto, doppia sala (una che dà sull’alzaia), l’altra interna. Non ve l’avevo detto? Siamo sui Navigli, i miei amati.

Questo il sito da consultare: Casa Borella.

Cosa abbiamo mangiato.

Antipasti:

– moscardini affogati con polenta; seppioline in umido con crema di carciofi

Primi:

– scialatelli al ragù di mare; paccheri con gamberi e zucchine

Dolce:

morbido al cioccolato con crema inglese; bavarese alla crema di cannella

Cosa abbiamo bevuto:

Gewürztraminer (non ricordo la casa, ma non era buono: retrogusto marsalato e come risultato un bel mal di testa ad entrambi).

Ci tornerei? I piatti di pesce erano molto buoni, lo riproverei con la bella stagione, all’aperto. Non per tutte le tasche. Attenzione ai gradini!!!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...