Letto per voi: “Erotic Horror”.

L’idea di coniugare amore e morte non è originale. Basti pensare alla teoria freudiana, si avrà così la conferma che le pulsioni erotiche sono dello stesso tipo di quelle che conducono all’autodistruzione. E il successo delle storie d’orrore ha qualcosa a che vedere con un profondo, oscuro desiderio di aggrapparsi alla vita.
Elementi sessualmente espliciti sono presenti in molte storie legate alla paura, anzi, il tema della seduzione (dal vampiro ottocentesco ai fumetti macabri di Dylan Dog) è intimamente legato all’horror e forse ne spiega in parte il successo.
Così è apparso naturale ai due editors americani, raccogliere le più belle storie di sesso e morte in un primo volume (Hot Blood). Ne è seguito un secondo (Hotter Blood) a cui non ci si è potuti sottrarre dal terzo volume (Hottest Blood), in cui i racconti sono tutti stati commissionati appositamente per il volume.
Nel confezionare l’edizione italiana dei tre volumi, si osserva una notevole rappresentanza delle giovani generazioni, il cui apporto, accanto ai grandi del genere, contribuisce a rafforzare l’idea di un modo di narrare proprio della cultura contemporanea.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...