Uazzamericanbois. Wake up America!!! (day 2, part 1)

Milk and coffee – Photo by ViolaBlanca
From the windows – Photo by ViolaBlanca

La mattina successiva è inevitabile un nostro risveglio all’alba. Cerchiamo di poltrire un po’ nel letto, ma non è certo il poltrire classico, magari con un piedino fuori dal piumone. Nooooooo, operazione questa praticamente impossibile. Pena il congelamento immediato!

Quindi ci alziamo e basta. Mi faccio una doccia rigenerante. E rinasco. Basta non salire in camera che tutto va bene, la temperatura di sotto è decisamente accogliente, la stufa fa il suo sporco lavoro. Ma, per non sapere né leggere né scrivere, io la mia mantellina lavorata a maglia me la metto lo stesso, sopra al maglione. Non si sa mai, gli spifferi sono i padroni della casa. La porta della cucina poi è eccezionale perché il padrone di casa aveva notato che non si chiudeva bene così ha pensato bene di segare il sopra e il sotto. Peccato che la parte superiore non sia venuta molto dritta e l’aria gelida ha a disposizione almeno un paio di cm per entrare e visitare l’ambiente. Per non parlare del sotto…

Scolapasta… – Photo by ViolaBlanca
Calamita… – Photo by ViolaBlanca

Resto comunque favorevolmente impressionata. La casa è silente, Dinky e Thomas dormono ancora, ovviamente, e mi dedico a curiosare una tipica casa americana. Dalla finestra della cucina vedo dei prati incredibilmente verdi (e te credo, con tutta la pioggia che viene…) e mi rendo conto che siamo sì sulla highway, ma in campagna. La casa fa infatti parte di una proprietà molto grande, con tanto di fienile e un garage gigante in cui sono ricoverati i loro due quad con cui, d’estate, vanno al mare a scorazzare sulla spiaggia. Già, il mare non è lontano da qui, in Oregon il paesaggio è davvero variegato: monti, laghi, fiumi, foreste, costa e oceano. Ho sicuramente intenzione di vistare la costa perché Dinky dice che è pazzesca.

All’esterno della casa c’è anche un orto in cui d’estate la raccolta è ricca: pomodori, frutti di bosco, aromi, funghi, mele, pere, insalata…

La cucina è affascinante. Piena zeppa di qualunque cosa: vasi, vasetti alla finestra che dà sul retro. Un frigorifero gigante troneggia indisturbato e pieno di leccornie (pensavate schifezze, vero? Siamo in casa di 2 europei comunque…). Niente lavastoviglie (la lavastoviglie, osava dire una volta Thomas, era la Dinky… Ora non osa più!), ma una grande lavatrice con separata l’asciugatrice. Un tavolo in mezzo alla stanza contornato da sedie comodissime e alle spalle di questo una seconda stufa. La cucina, quella con i fuochi classici, qui non c’è: al suo posto le piastre elettriche. La loro accensione è immediata, così come, incredibile, quando si spengono il raffreddamento è istantaneo. O quasi. Una piccola libreria accoglie tanti libri di cucina, compresi quelli in lingua italiana. E poi mobiletti e pensili d’ordinanza, coltelli di varie dimensioni attaccati alla parete a grosse calamite e chi più ne ha, più ne metta.

La dispensa, invece, è all’esterno, come fosse una stanza ulteriore, ma riparata. Scaffali colmi di cibo e un grosso congelatore colmo di carne. Come mi spiega la Dinky parte di questa spesa proviene da piccole botteghe. Ecco cosa succede spessissimo. Thomas è austriaco e ama i Knödel. Una busta di Knödel costa 5$. Durante il trasporto, le consegne, succede spesso che le confezioni si danneggino per cui vengono ritirate dalla vendita tradizionale e svendute. Quindi, la stessa confezione di Knödel finisce per costare 25cents. Perché in America non si butta via nulla!

La carne costa poco (hanno spazi talmente vasti che l’allevamento non ha certo i costi europei) e viene acquistata in grosse quantità, messa sottovuoto e congelata. Ecco perché tutto quel ben di dio in congelatore. Poi la Dinky prepara anche ragù che congela e altre cose pronte così all’uso.

Quello che io ho invece scambiato per il flacone del detersivo è il classico bottiglione del latte (troppo ridere|) e le uova sono bianche. Insomma, tutto come da copione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...