Letto in ANTEPRIMA per voi: “Kerbala” di Jacques Charmelot. Diventato uno dei miei libri preferiti.

Il libro che prenderete in mano e di cui aprirete le prime pagine sarà una scoperta farcita di rivelazione. A guidarvi l’autore, un reporter di prima linea, impegnato da anni sui fronti più caldi: Jacques Charmelot che con il suo Kerbala conduce dove i fatti sembrano così veri perché sono veri.
Nel Prologo vi troverete in una sera di tredici secoli fa, nel deserto di Kerbala, dopo una battaglia decisiva per il destino dell’Islam e la storia del mondo. Alla fine della pagina la vostra attenzione sarà attirata da un piccolo oggetto, a un primo sguardo insignificante, ma che contiene un segreto di importanza cruciale.
Poi nel primo giorno degli avvenimenti narrati nel libro vi troverete contemporaneamente in due luoghi: precipiterete nell’inferno dell’Iraq dei nostri giorni, nel cuore di una sparatoria, in una scena piena di adrenalina e di misteri che attendono solo di essere svelati. Nello stesso giorno, dopo avrete schivato le pallottole, volerete a Washington al piano terra della Casa Bianca, nella sala operativa del Secret Service.
Su ogni scena un personaggio. Quello che resta del figlio di Ali e Fatima, il nipote del Profeta il 10 ottobre 680 a Kerbala. Nel disastro del mercato di via di Kifah, a Baghdad, l’occhio indagatore di un drone scorge il viso di una donna nell’atto di rimettersi il velo. A Washington l’uomo chiamato “per porre la propria esperienza al servizio dell’enorme macchina allestita dall’amministrazione Bush per combattere un nemico senza forma e senza volto, ma che aveva un nome: terrorismo“.
Se siete stati e siete tuttora dei lettori indifferenti o quantomeno che prendono le distanze da una guerra che avviene lontano dalla quotidianità, se non avete mai approfondito cos’è l’Iraq e la sua popolazione, se avete avuto curiosità sull’operato effettivo del Presidente degli Stati Uniti, Kerbala scioglierà ogni dubbio. E vi intrigherà talmente che non potrete fare a meno di volerne sapere di più.

(pubblicato su bol.it)

Annunci

9 pensieri su “Letto in ANTEPRIMA per voi: “Kerbala” di Jacques Charmelot. Diventato uno dei miei libri preferiti.

  1. ecco dove l’avevo visto!!!! sul blog della Vale!!! ieri a Domenica In il libro era presentato dall’autore e da sua moglie Lilli Gruber. Lui mi ha fatto un’ottima impressione, un giornalista serio, tutto d’un pezzo (infatti non è italiano).credo sarà un ottimo regalo per mia cognata !

    • Ma certo, era un’anteprima la mia, infatti!
      Ho omesso di citare la versione gossip della coppia perchè il libro vale davvero la pena.
      Non ho però capito il riferimento alla cognata…

      baci
      VB

  2. Bruttissimo, irritante e ansiogeno per i continui cambiamenti di scena e personaggi,troppa carne al fuoco,solo furbo,non leggetelo! La letteratura è un’altra cosa, vedi “La carta e il territorio” di Michel Houellebecq.

    • Io dico che è un libro da leggere, molto bello e che mette in luce ciò che noi occidentali non conosciamo.
      E spiega anche quello che sta dietro le spalle del presidente degli USA.

      VB

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...