Jont Troubadour docet: “YOU ARE MY ITALIAN FAMILY”

Di Simona Altea, stella luminosa di Cristiano Gianni, in arte Cristeirubin.
In questa foto: Paola Kiki-piri Brambilla, Simona Altea, Jont

Eccomi tornata alla realtà.

Per tre giorni ho vissuto così: prosecco, sigarette e musica.

Mi sono ritrovata a presentare inaspettatamente i concerti dei miei due singersongwriters preferiti (Crist e Jont), a curarne le vendite dei cd, a tratti comportandomi come una vera manager cazzuta, a tratti invece come una tipica mamma italiana apprensiva e protettiva.

Fatto sta che per quel figaccione di Jont (ti assicuro Vale che tutte le femmine presenti alle serate erano vergognosamente in visibilio), mi sono guadagnata il titolo di mama (che tristezza!).

Jont – Credits: Alice Andreazzoli

Il gigante scalzo, oltre ad essere un poeta ed un musicista incredibile, ha anche un sense of humour devastante.

Dopo avermi accusata di essere “so fashion like Sex and the City”, ha pensato bene di farmi questo complimento meraviglioso: ”Simona, you’re like a mum”!

Ora, se non ti fosse chiaro il concetto, l’umiliazione ricevuta è come se, che ne so, mettiamo Brad Pitt arrivasse da te e tu ovviamente ti senti quasi perfetta, perché è una settimana che ti ammazzi in palestra, perché il tuo look è studiato alla perfezione per ogni sera, perché sai che il tuo rossetto rosso audace di Chanel ti sta regalando due labbra splendide. Solo che lui decide che sei charmant come sua mamma!

Certo, dici tu, pensa se ti avesse paragonata alla nonna…

A proposito di anziane signore, Jont è anche  riuscito a sciogliere il cuore di una simpatica 85enne. Il fatto: domenica pomeriggio all’hotel Pineta di Cavi (dove Jont alloggiava, grazie alla disponibilità della mia amica Valentina Rioda), si è festeggiato il compleanno di questa deliziosa vecchietta. Jont non si è lasciato di certo sfuggire l’occasione ed in cambio di una fetta di torta alla crema, si è esibito in una romantica e struggente serenata cantandole “SUPERNATURAL”. L’arzilla vecchina con le lacrime agli occhi e l’ormone impazzito se ne è poi andata via a braccetto del consorte, convinta che il nostro singersongwriter le avesse suonato “Chiamami ancora amore” di Vecchioni in inglese…

Perché Jont, non riesce a trascorrere nemmeno un minuto senza cantare o suonare la chitarra. Lui parla di un dono, la sua voce e la  sua musica hanno il dovere (ed il potere, aggiungo io) di fare del bene agli altri.

E così oltre alle gigs programmate, in quei giorni sono nati piccoli concerti improvvisati un po’ ovunque: dai marciapiedi, ai prati, alle stanze di hotel.

In questa foto: Jont e Crist

È stato davvero commovente avere Jont e Crist sul palco…

Mi sono quasi messa a piangere quando la prima sera Jont mi ha dedicato uno dei miei pezzi preferiti, “the book that never touches the ground”, per non parlare poi di quando ci ha suonato in anteprima la sua nuovissima “Teardrops and Pennies”…

Il flusso di energie che nasceva dalle loro canzoni, quelle di Crist, malinconiche e tristi, quelle di Jont, romantiche ed ottimiste, ha raggiunto il cuore, l’anima dei fans.

In questa foto: Crist

E ancora più emozionante è stato vedere Lui, la star inglese, in prima fila durante l’esibizione di Crist, con gli occhi chiusi, la testa ciondolante ed un sorriso sulle labbra… Per poi ogni tanto rivolgersi a me e chiedermi: ”What’s the name of this song, mum?

Mondo”, mi dice, è la sua preferita…

Eppoi gli abbracci e le risate dopo le gigs, quella sensazione di essere davvero una famiglia…”You’re my italian family”, ha detto Jont… Sciogliendo i nostri cuori.

Ma guai a dirgli che è un inguaribile romantico. Perché ti risponderà che lo è solo nelle sue canzoni…

In questa foto: Jont

(Leggere la prima parte qui)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...