Tong Tong Nails SPA. Non mi è piaciuta perché…

tong tong 1Il passaparola è sempre la cosa migliore: se hai dubbi l’unica cosa è provare. E io l’ho fatto.

Ricordo di essere passata molto tempo fa per la via Lomazzo e di aver sbirciato dentro: una Nail SPA, una sola vetrina allora, se non ricordo male sui toni dell’azzurro. Ma non ci ero mai andata, non so come mai, non mi convinceva fino in fondo.

tong tong 2Poi la scorsa settimana la mia BC me ne parla: ci è andata, l’ha provata e mi lascia in casa bigliettini e prezzi, con le immagini relative al loro ingrandimento: due vetrine, arredamento bianco che più bianco non si può, posti per manicure e pedicure stile NY, salvo poi verificare di persona che almeno qui le vetrine sono oscurate.

La BC è positiva, si è trovata bene e il suo principale commento è stato riferito alla “velocità” con cui le ragazze del TONG TONG NAILS SPA di via Lomazzo le hanno eseguito mani e piedi.

tong tong 3Bene. Vedo i prezzi (foto allegata) e non sembrano male, anzi. Allora in un noioso sabato pomeriggio in cui avevo già finito di fare tutto quello che potevo (due teglie di parmigiana comprese), chiamo per un appuntamento di fine giornata. E ci vado.

tong tong 4Appena arrivo, inutile negarlo, resto piacevolmente colpita: l’ambiente è accattivante, pieno di ragazze in attesa sui divanetti sparsi nelle due sale a disposizione della clientela. Le lavoranti che effettuano manicure e pedicure, tutte rigorosamente cinesi (il nome della nail spa del resto profuma di Cina) hanno una divisa rosa e viola e indossano anche una mascherina sul volto. La signorina che mi accoglie (e che ha preso l’appuntamento al telefono) è gentilissima, parla un italiano preciso (accento milanese) e gira tra le stanze controllando il grado di asciugatura dello smalto delle clienti che siedono ai divani per poi “liberarle” e permettere di nuovo di indossare le scarpe. (Piccola nota di colore: tutte, ma proprio tutte le clienti oggi o indossano stivali – che trovo inappropriati per la giornata – o orride scarpe da ginnastica, solo una come me le Converse: ma che è, la giornata della comodità?)

Vengo fatta subito accomodare per la pedicure. E mi accascio, letteralmente. Peccato solo che appena messi i piedi in acqua scatto perché bollente. Male.

Chiedo una pedicure senza smalto, ma pare proprio che non sia gradita perché insiste per mettermi almeno uno smalto trasparente. E vabbè.

Accorcia le unghie, le lima, sistema le pellicine, scrub, massaggio. Durata: nemmeno 15 minuti.

Qualche minuti per far asciugare lo smalto e poi via al banchetto della manicure. Idem con le operazioni di rito, durata altri 15 minuti, forse esagero. Anche in questo caso insiste per lo smalto, acconsento a quello trasparente. E sia.

tong tong 5Mi accomodo sul divanetto con un nail dryer sulle gambe sotto cui inserisco le mani per l’asciugatura dello smalto. Altri cinque minuti, insomma nel giro di 40 minuti sono fuori.

Risultato: le unghie delle mani e dei piedi sono state tagliate in maniera errata, non seguendo la forma naturale dell’unghia, ma tagliandola agli angoli, errori che non va mai fatto. Le cinesi forse sono brave a stendere lo smalto, ma nel mio caso non fa testo: quello trasparente lo sa stendere anche mia figlia di 6 anni.

Per il resto boccio.

Qualche metro più in là, nella stessa via, c’è infatti la mia abituale estetista, l’unica, la sola.

Mai lasciare la strada vecchia per la nuova… Almeno ci ho provato.

P.S. DIMENTICAVO LA COSA PIU’ IMPORTANTE: STRUMENTI NON SIGILLATI (ogni volta che vado dalla mia estetista gli strumenti sono sigillati perchè sterilizzati e le limette sono sempre nuove…vuoi mettere?)

tong tong 6

Advertisements

30 thoughts on “Tong Tong Nails SPA. Non mi è piaciuta perché…

  1. Tu pensa che a me arrivata a casa lo smalto si è tutti sciolto e segnato!
    Sono dovuta tornare il giorno dopo a buttare via il mio tempo e senza neanche una scusa da parte loro! Mai più!

    • Beh, l’impressione che ho avuto allora non è poi tanto lontana dalla realtà…
      E pensa che mi sono pure sentita dire che nessuna come le cinesi sa stendere lo smalto…
      Grazie
      VB

  2. Ciao!Bhè devo ammettere che gli strumenti non sigillati non vanno proprio bene!Puoi condividere info sulla tua estetista? Mi sono appena trasferita a Milano e non saprei dove andare 😉 Grazie Eu

  3. io e le mie amiche dopo essere andate in lomazzo e porta romana a fare mani e piedi ci e venuta una micosi all’ unghia del piede….26euro di pedicure non valgono un fungo, oltre al fatto che una di loro ha fatto pure la ceretta all’inguine ed e rimasta ustionata una settimana e la cinese che le faceva la cera di tutto punto…” nolmale losso dopo via”…sisi e dovuta andare in farmacia, ed e rimasta col segno!!! mai piu cinesi…..mille volte le italiane….e soprattutto sanno cosa fanno, non come ste cinesi….ed hanno pure il coraggio di dire che sono le migliori…a rovinarti!!!!!

  4. Salve
    Siamo TONGTONG nail spa, innanzitutto ci chiediamo scusa da parte nostra che abbiamo scoperto ora I suoi pregiati consigli pubblicati online,nello stesso momento la ringraziamo per I suoi consigli, ci aiutateranno di fare il nostro meglio possible. Per quando riguarda I problemi citati da parte sua, abbiamo gia cercato di correggere gli errori . Dopo aver ricevuto i suoi consigli ,ora e’ gratuito ad estendere lo smalto trasparente. Per quando riguarda la temperatura dell’acqua per il pedicure, dipende totalmente dal piacere e dall’abitudine personale. secondo noi ,la stagione diversamente da l’estate si conviene usare l’acqua con la temperatura leggermente piu calda perche ci aiuta di ciclolare meglio il sangue del corpo, pero se non gli va bene la temperatura dell’acqua, la nostra collega e’ in sempre in disposizione di cambiare la temperatura che preferisce lei. Per quando riguarda la durata per fare il manicure e il pedicure, tongtong nail spa ha stabilito delle regole come le seguenti, 30 min per il manicure e 40 min per il pedicure, nella situazione in cui lei non vuole che noi applichiamo lo smalto, il tempo reduce in corrispondenza. Per quando riguarda il problema degli strumenti non sigillati, lei e’ benvenuta a venire a controllarli.
    Secondo delle esigenze e dei consigli dei consumatori, noi tongtong cerchiamo di fare tutto quello possible per soddisfare tutti I consumatori. Purtroppo come il settore di service, non esiste il migliore ma sempre migliorando. Anche noi sappiamo chiaramente, nei tanti aspetti , tongtong nail spa ha delle imperfezioni, nello stesso momento speriamo quei consumatori coloro che hanno visto le imperzioni di Tongtong nail ci diano I loro consigli, in tale modo potremmo fare il nostro meglio. Al momento Tongtong nail spa e’ ancora vista come una piccola azienda in Italia, Tongtong nail spa spera che I consumatori e le donne coloro che amano la belezza gli diano uno spazio per la sopravivenza sulla passaparola, in tal modo Tongtong nail spa potra’ servirvi in modo migliore per il vostro futuro. Tongtong nail spa spera che lei possa ritornare quel negozio il quale non era soddisfatta e riprovare per vedere se il tongtong nail abbia veramente fatto I progressi.
    In seguito Tongtong nail vuole esprimere I suoi pensieri nella posizione come il negoziante, innanzitutto non parliamo la lingua del paese (l’italiano) perfettamente, quindi qualche volta ci sia la difficolta nella comunicazione oppure durante la conversazione, quindi I nostril dipendenti non sono maleducati e poi non possono essere maleducati. Questo potrebbe essere un problema della capacita’ linguistica. Non potremmo farvi sentire l’affinita’ del popolo cinese, il fatto e’ inevitabile, pero noi cerchieremo di fare il nostro meglio in ogni modo. E poi la nostra posizione e’ come il commerciante straniero in Italia, facciamo ogni cosa attentamente, non siamo quelle persone che non pensano il risultato. E poi come I commercianti, soddisfacciamo in quanto possible tutte le esigenze dei consumatori, mentre noi ci sentiamo impotenti profondamente. Per molte aziende dello stesso settore, Tongtong nail sarebbe l’ostacolo piu grande degli affairi. La concorrenza e’ brutale purtroppo.
    Ringraziamo ancora una volta per tutti coloro che erano stati a Tongtong nail spa e hanno discusso nel suo blog e dato I loro pregiati consigli a Tongtong. Vi ringrazio molto.

    • Grazie per il vostro commento, preciso e dettagliato (seppur con le difficoltà di doverlo fare in un’altra lingua). Sono convinta che come me, amche tutte le lettrici apprezzeranno le vostre parole e il fatto di esservi esposti.
      Resta comunque il fatto che, come ho scritto, ho provato e personalmente non mi sono sentita nè soddisfatta nè sicura da un punto di vista igienico. Ma ripeto, sono davvero molto riconoscente per il vostro tempo speso a leggermi, a leggere quanto altre clienti hanno dimostrato e a replicare.
      VB

      • Leggo questo post a distanza di un anno dalla stesura , premetto che sono stata per la prima volta da Tong Tony nail spa di cesare battisti due settimane fa, ma volevo riportare la mia esperienza assolutamente positiva. MI ha accolto una ragazza italiana molto gentile senza che io avessi preso l’appuntamento mi ha fatto accomodare, dopo pochissimi minuti mi hanno chiamata per la manicure dove mi hanno rimosso un terribile semipermanente di un centro estetico (non Cinese italiano pagato ben 45 euro) e steso lo smalto nuovo normale non semipermanente. Sebbene questo in questo cambio smalto non sia compresa la manicure la ragazza mi ha comunque dato una limata ed accorciata alle unghie,il tutto a 10 euro. Lo smalto era impeccabile una precisione e una brillantezza apprezzabili e mi è durato ben 10 giorni cosa per me inimmaginabile dati i lavori in casa e la frequenza con cui tocco l’acqua! Insomma per dieci euro ho apprezzato davvero molto e ci tornerò!

  5. Sono una cliente abituale di Tong Tong Nail ormai da diversi anni. Sono allibita dalla descrizione fatta di questo negozio. Ho sempre trovato le ragazze affidabili, pazienti (anche quando qualche italiana le tratta come fossero degli esseri inferiori)e professionali; sono sempre uscita con mani e piedi fatti benissimo e che durano molto. Certo che se si applica uno smalto normale (no semi-permanente) e si pretende di lavare i piatti o fare lavori … Sicuramente se devo fare una pedicure approfondita o curativa non vado da loro ma da un’estetista professionale. Dalle italiane però, non tutte brave diciamocelo, per prendere un appuntamento devi programmarti almeno 15 giorni prima, e per fare lo stesso lavoro invece di mezz’ora ci metti 1 ora e mezza (l’ultima volta 1/2 ora di attesa solo per togliere lo smalto e l’estetista con flemma che parlava dei suoi problemi familiari). E scusate, ma prima di mettere i piedi in acqua .. non provate a sentire se é calda o fredda ? Mah … L’unica cosa da segnalare di negativo, e che invece vedo che non interessa a nessuno é il ritmo di lavoro che hanno queste ragazzine senza mai fermarsi, anzi … Per quanto riguarda invece la parte relativa a cerette ecc.. sono pienamente d’accordo, anche se non ho avuto un’esperienza così traumatizzante.

    • Ciao Patrizia,
      questo tuo commento non è utile: è utilissimo credimi. Le esperienze di ognuna di noi si sommano e si confrontano. Tu sei soddisfatta e ne sono lieta, ma alla fine convieni con me che se hai bisogno di un lavoro più approfondito non lo fai lì. Al tempo stesso anche il centro estetico italiano ha le sue pecche e sono assolutamente d’accordo quando parli di tempi lunghi. Una noia vera. Anche io quando devo andarci penso a quanto tempo mi porterà via. In un centro cinese come il Tong Tong è tutto più veloce e loro puntano infatti sul numero, non sulla qualità. Dovendo poi abnche fare certi lavori di casa, insomma, per me è importante che duri il più possibile senza che vada a discapito della salute delle mie unghie. Per quanto riguarda il tema dello “sfruttamento” delle ragazze, questa è un’altra storia. Posso solo dire che se si smettesse di andarci non si aprirebbero più centri, ma come sempre in questi casi è un cane che si morde la coda.
      Grazie per la lettura e il confronto.
      VB

  6. Leggo questo blog dopo molti mesi proprio cercando notizie su Tong Tonga. Sono stata 15 giorni fa a fare le unghie con il gel nel negozio di via Francesco Sforza. Hanno rimosso tutto il gel precedente dicendo che era da rifare completamente. Per le coccole hanno usato strumenti che avevamo già sul banco non imbustati. La ragazza che mi ha servito aveva la grazia di un elefante. Il tutto è durato un’ora e mezzo. Ho pagato 69 euro. Dopo 3 giorni si è creato il gel di un’ unghia. Essendoci di mezzo il sabato e domenica, sono tornata il lunedì e per altri 8 euro mi hanno sistemato. Dopo altri sette giorni nello stesso modo si sono crepate altre 2 unghie. Sono tornata di nuovo piuttosto arrabbiata e ho scoperto che la volta precedente non avrei dovuto pagare nulla non essendo passata una settimana. Mi hanno sistemato le due unghie rovinate e, bontà loro, non hanno voluto niente. Ad oggi sono passati altri 3 giorni e ho un’altra unghia rovinata alla stessa maniera. Tralascio ogni ulteriore commento,

    • E allora, cara Anna, direi di non indugiare oltre.
      Ma una domanda mi sorge (non troppo spontaneamente): è solo questione di fortuna, di beccare la luna nel giusto momento e l’asse terrestre alla giusta inclinazione?
      Ai posteri…
      Grazie per la lettura e il tuo commento.
      VB

  7. ciao a tutte, concordo con chi dice che se serve una pedicure particolare conviene andare da un’estetista diversa (ed anche le italiane non sempre la fanno bene…) ma per quello che riguarda una manicure e pedicure senza problematiche particolari, mi sento assolutamente di consigliare questo negozio. Vado lì ormai da un anno, faccio sempre anche rimozione ed applicazione del semi permanente e mentre in altri centri anche italiani mi capitava che saltasse oppure mi indebolisse le unghie, da quando vado da loro il mio unico problema è la ricrescita perchè non si rovina mai!
    Ho provato in situazioni di emergenza anche la ceretta, mi è stata fatta bene, ma per quella preferisco il solito centro estetico, anche se non so se per preconcetti sull’igene ecc o se per qualcosa di diverso!
    Ciaoooooo

    • Debora, grazie per questo tuo messaggio.
      Messaggio che mi ha messo la pulce nell’orecchio a proposito del semi-permanente: sai che quando lo facevo dalla mia estetista ad un certo punto ho dovuto smettere perchè mi si sono talmente indebolite le unghie che si sfaldavano solo a guardarle? Mi stai dicendo che a te, facendolo sempre (e con ‘sempre’ intendo senza una pausa tra un’applicazione e la successiva) non è mai successo? Mi incuriosisce, perchè o dipende dallo smalto utilizzato o dalle unghiee allora c’è poco da fare. Mi sai dire qualcosa?
      E poi, confermo che la pedicure fatta anche dalle italiane può dare problemi: a me prima di partire per le vacanze la mia solita mi ha rovinata per quasi due settimane con un’infezione all’alluce che non ti dico…

      Grazie ancora, anche se vorrai rispondermi.
      VB

      • Ciao Oggi sono andata nel negozio di corso Magenta ottima accoglienza e ragazze bravissime e attente nel loro lavoro.Sono molto soddisfatta.
        Per le unghie loro usano SHELLAC che è un semipermanente numero 1 al mondo (USA) e si rimuove senza usare lime. Cerca su internet!
        I vostri commenti li trovo esagerati nei confronti di queste ragazze Sono da ammirare lavorano come delle piccole “api operai” un minimo di sensibilità nei loro confronti non guasterebbe.
        Comunque conosco una marea di persone che ci vanno e sono tutte molto soddisfatte.
        lellab

      • Grazie Lellab,
        volevo solo precisare che sono tornata (in Lomazzo) e devo ammettere che mi trovo sempre meglio ogni volta che esco. Ad ora non ho problemi alle unghie (di fragilità) quindi intendo andare avanti. Le ragazze sono sempre gentili, ma gli accessori che usano per la manicure sono tutto tranne che sterilizzati.
        VB

  8. Buongiorno!
    Ho letto questo post mentre cercavo informazioni su un negozio cinese in Toscana, quindi tutt’altro.
    Non posso dire di aver provato quello da voi recensito a Milano e, del resto, a vedere questi prezzi e a pensare che sono pure modici, mi viene la pelle d’oca.
    Dove vivo io, ovviamente, è tutto più moderato, detto ciò voglio spezzare una lancia verso i centri estetici cinesi, visto che li frequento da un po’.
    Il parrucchiere dove vado è gestito da una ragazza cinese, che vive a Pisa da molti anni, per cui non ci sono problemi di comunicazione, eventualmente fa lei da traduttrice. Non l’ho mai trovato sporco, hanno asciugamani puliti, gli strumenti sono sempre sterilizzati ed emettono sempre la fattura.
    Si sono susseguiti un po’ di parrucchieri nel negozio, ma in tutti ho notato la stessa cosa: accuratezza e precisione. Faccio un carrè e quindi se fosse mal fatto si vedrebbe subito. Una volta ho anche fatto la tinta e non mi sono caduti i capelli :).
    Prima di provare questo parrucchiere ne ho frequentati MOLTISSIMI altri. Sono una persona che non ha esigenze clamorose, per me sono importanti due cose: un buon lavoro e il prezzo. Sinceramente molte cose dei parrucchieri “classici” mi avevano stufato: i tempi di attesa biblici, dover stare attenta alle mille creme che tentavano di mettere in testa e che fanno lievitare il prezzo (una piega non può costare più di 20 euro!), il non assecondare le richieste, la poca precisione in certi tipi di taglio e il fatto che (almeno a me) non abbiano mai fatto una fattura con il prezzo giusto!
    (A chi dice che le italiane non POSSONO fare prezzi bassi… Sono anch’io nel mondo del commercio, quindi sono consapevole delle difficoltà fra tasse ed altro, detto ciò nei momenti di difficoltà la mia scelta non è mai stata aumentare i prezzi, ma fare sconti ed aumentare le vendite!)
    Finora con 12 euro mi sono sempre trovata aggiustata bene e tutti mi chiedono sempre da che parrucchiere vado, salvo storcere il naso quando dico che sono cinesi.
    Il centro estetico cinese che frequento è un piccolo negozio che si dedica solo alle unghie, non ha pretese di fare trattamenti curativi, e ha prezzi modici.
    Da quando è uscita la moda delle unghie in gel, semipermanente, per me è sempre stata una tragedia. Non mi sono MAI durate più di due settimane, anche meno… e visti i prezzi, avevo anche cominciato a farmele da sola.
    Anche in questo caso, sono soddisfatta! Lo smalto semipermanente è steso in modo impeccabile, nessuna me l’aveva mai fatto così bene, mi dura un mese buono (e non mi è mai successo!) e riesco a farmi crescere le unghie.
    Che dire…
    Ognuno ha i suoi gusti, questa è la mia esperienza.
    Anche nei confronti di questi stessi posti che frequento, qualche amica non si è trovata bene perché preferisce un altro tipo di ambiente, anche pagando di più.

    • Stefania,
      grazie per questa tua testimonianza che ci mostra un altro versante d’Italia, non solo Milano. Ciò che dici alla fine del tuo commento riassume tutto il pensiero condivisibile: ognuno ha i suoi gusti e le proprie aspettative, tutti abbiamo diverse esigenze. Quindi ben venga la libertà di scelta (di questi tempi sotto torchio).
      Ti dico anche che è da un mesetto che ho ricominciato a frequentare nuovamente questo centro Tong Tong per lo smalto semipermanente per il solo motivo che la mia estetista non ha mai, ovviamente, posto quando decido che ne ho bisogno. Vediamo come si ridurranno le mie unghie a breve, ora sono al terzo cambio smalto e non le sento per nulla deboli. Incrociamo le dita.
      Grazie ancora per la lettura e il commento.
      VB

  9. ciao a tutte, volevo lasciare la mia testimonianza assolutamente poitiva per Tong Tong Nail spa.
    Io vado ormai da un anno a fare ricostruzione con resina e mi sono sempre trovata bene. Le ragazze sono gentili e simpatiche, ovviamente essendo di cultura orientale hanno dei modi di fare un pò diversi dai nostri, ma questo non vuol dire che siano persone maleducate o scontrose, anzi, sono sempre disposte a fare ciò che desidera il cliente, se vuoi che limino poco l’unghia basta chiederglielo e loro eseguono, è logico che abbiano delle linee guida basilari per eseguire una manicure o una pedicure, ma se una persona ha delle esigenze particolari basta chiedere.
    Gli attrezzi ho visto personalmente che sono sterilizzati con autoclave come fanno tutti i centri estetici e per quanto riguarda la lima nessun negozio la prende nuova per ogni cliente che arriva, quindi non vedo nulla di diverso, anzi personalmente ho avuto esperienze molto negative riguardo altri centri estetici italiani, sia in ambito mani sia ceretta. quindi concludo con un feedback positivo per le ragazze tong tong che si fanno un mazzo tanto e lavorano ininterrottamente. grazie

    • Grazie Giulia,
      come ho scritto nella mia risposta precedente ho avuto modo di tornare per qualche mese per applicare il semipermanente. Tutto bene salvo dover interrompere per la fragilità che dopo mesi hanno manifestato le mie unghie. Ho apprezzato che le ragazze stesse del centro non abbiano insistito per una nuova applicazione una volta constatato che ero davvero al limite.
      E in tutto questo ho portato anche mia figlia con le sue amichette per festeggiare il compleanno.
      VB

      • La mia esperienza e’ positiva in tutto e per tutto, con gli esercenti cinesi che quando non erogano scontrini non fanno ne’ piu’ ne’ meno di molti italiani.
        Riscontro a volte un carattere brusco ma anche i quei casi dipende molto dalla persona (cinese italiana turca…) che si ha difronte, con la piccola differenza che in quelle ragazze,forse, abituate a ritmi di lavoro frenetici, potrebbe essere aspetto “perdonabile”.
        La pulizia e l’igene in alcuni casi e’ un aspetto migliorabile ma riguardo TongTong (io ho frequentato quello di porta romana) mi sembrerebbe ineccepibile (strumenti inclusi).
        I costi sono piu’ bassi in generale, la qualita’ e’ piu’ alta del 99% dei professionisti italiani provati in questo settore.
        Come al solito a paragone il popolo cinese ci batte su prezzo, velocita’, precisione del lavoro svolto!
        Inoltre risottolineerei che almeno il 50% dei professionisti italiani del settore estetico lavorano di sicuro meno ore e giorni di quelli cinesi, sembra il servizio sanitario nazionale vanno prenotati una settimana prima e con 3 clienti al giorno hanno concluso il loro business: non c’e’ chiaramente competizione.

      • Kia grazie anche a te per questo commento.
        Come ho già avuto modo di dire nei precedenti commenti, mi sono ricreduta: frequento Tong Tong per applicazione smalto semipermanente, a fasi alterne. Loro sono carine, silenziose e l’ambiente mi piace.
        Se poi volessimo aprire il capitolo parrucchieri cinesi, anche lì non li batte (faccio solo la piega con prodotti portati da me).

        Grazie ancora
        VB

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...