SeTuttoFosseViola 5 anni dopo…

Su di me (Milano Forte e Piano 3, Happy Hour edizioni, 2013) - Credits: BC
Su di me (Milano Forte e Piano 3, Happy Hour edizioni, 2013) – Credits: BC

Le nostre prime 5 candeline.

Un anno dopo. Sempre meno rispetto a quella del mio Viola che corre come una saetta sempre più avanti, sempre più grande, sempre più irraggiungibile.

Cosa è cambiato da un anno ad oggi?
La cosa più gratificante? 2 racconti pubblicati nello stesso anno, 2 racconti all’attivo, neanche sullo stesso argomento. Brava me!
La cosa più stuzzicante? Quell’ingrediente con cui dosiamo e condiamo la nostra vita quotidiana. Tu sai chi sei, tu sai perché.
La cosa che mi causa più sofferenza? La cattiveria delle persone, la loro meschinità, il voltafaccia, ma anche l’intenzione cercata nel ferire, nell’assestare un colpo dopo l’altro, il non dare, solo il prendere. Nell’illudere consapevolmente secondo un piano preciso. Vorrei aiutarti, tu che fai parte di me, tu che stai soffrendo così ingiustamente, perché ogni lacrima spesa è una ferita che si allaga sempre di più.

Caro SeTuttoFosseViola cresco con te. Ma nel cuore resto sempre la stessa ragazza consapevole, più o meno, che essere nostalgica non mi fa necessariamente chiudere gli occhi sul futuro. Perché anche se amo guardare indietro, laggiù dove trionfa la luce, mi muovo in avanti, inciampo ogni tanto, sbatto di qua e di là, ma fermo ogni istante con le immagini che custodisco nel cuore. L’unico posto che non potrà mai essere oscurato. Spezzato forse, ma non demolito fino a scomparire.

La nuova me continua ad andare avanti. Ad esserci, con la sua ingombrante presenza e con il suo caratterino. L’ariete non si stanca di sbattere le sue corna e di mostrarsi con caparbietà (o irriducibile stoltezza). O mi si ama o mi si odia. Ancora oggi, alla mia veneranda età, qualcuno proferisce questa frase. Che colgo non più con vanagloria, ma con la consapevolezza che non ho più voglia di farmi andare bene cose o situazioni o persone che non mi interessano. Perché il tempo sta scorrendo. E l’unica cosa che conta è… Sono… Poche. Davvero poche.

Buon compleanno SeTuttoFosseViola. Auguri VB. Vai avanti.

Annunci

“Harlem Shake Christmas 2013”, il video. Sapevatelo!

Ogni promessa è un debito. Dopo giorni di attesa, di montaggio, di taglia e cuci, di ottimizza ed equalizza, eccolo qui. Il video nato dalla mente (diabolica) di Stefania Nascimbeni che, con la mia collaborazione, ha visto riuniti scrittori e addetti alla parola (intruse annesse e connesse) per un ballo scatenato quanto mai sfrenato.

Ma soprattutto, grazie, grazie, grazie per la vostra partecipazione. Grazie di cuore a:

  • Davide Roma
  • Lorenza Bernardi
  • Massimo Milone
  • Giulia Stolfa
  • Sonia Rottichieri
  • Isa Grassano
  • Emanuela Zuccalà
  • Assunta Corbo
  • Lucrezia Argentiero
  • Ilaria Sicchirollo
  • Desideria Marchi
  • Stefano Emanuele Ferrari
  • Barbara Galiano
  • Giuseppe Franco
  • Stefano Boldorini
  • Roberto Rasia dal Polo
  • Andrea Di Carpegna Varini
  • Andrea Pinketts

Grazie per aver portato tutte i vostri libri. Sappiate che con questi abbiamo rallegrato, almeno per un po’, i pazienti del reparto oncologia dell’Ospedale San Carlo Borromeo di Milano.

Un grazie doveroso anche allo Chef Alex e al suo Kitchen Society, il ristorante che ci ha ospitati (via Chiozzolini ang Piero della Francesca, Milano).

Ma un super special thanks lo mando @ P.A.R.O.S.H. per il mio splendido outfit. In particolare, ringrazio la meravigliosa Marta Maggi (sei top!).

Divertitevi. Come noi, più di noi. Sappiate solo che siamo persone serie… (ogni tanto)!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Siamo anche su TGCOM24

Siamo anche su Panorama.it

Siamo anche su Bookavenue

Caro Babbo Natale… (2013)

Bambina_arrabbiata_con_cappello_di_Babbo_NataleCaro Babbo Natale ciao.

Anche quest’anno sono qui a scriverti la letterina, cioè, la sta scrivendo la mamma, anche se io sono nella seconda classe, ma mi piace la tradizione che abbiamo: io chiedo, la mamma scrive brontolando e dicendo “questo sì, questo no”, e ovviamente anche questa volta non ha perso occasione per farlo. Ma ho controllato, ho visto che ha comunque scritto tutto.

Come sono stata io? Beh, tutto sommato direi brava. A parte aver preso proprio venerdì scorso la mia prima nota, ma legata al comportamento, ok, ci sta, no? Io non ci credo che tu sei stato sempre così bravo, guarda che so come funzionano le cose. Nessuno si salva, nessun escluso. A scuola vado bene, ok, quando non sono distratta, ma non è colpa mia. E poi dico io, come si fa a stare sempre attenti? Io voglio vivere, voglio divertirmi, i miei amici contano. A partire dalla Vicky, sempre presente, poi Oliver, Niccolò (che ha un posto speciale nel mio cuore, ma non lo dire a nessuno), poi la Dodi, Ale e tutti gli altri.

Ma non divaghiamo.

La mamma dice che se non mi comporto bene inizia a levare un regalo per volta, fino a quando, lei pensa, non ne resterà nemmeno uno. Non oso pensarci! Può davvero farlo? Dimmelo, ti prego. Può davvero fare in modo che io non riceva i regali? Che tragedia sarebbe!

Io ci provo a fare la brava, davvero, ma ogni tanto mi distraggo. Poi anche la mamma, diciamola tutta, non è questo stinco di santa. Mica è facile fare tutto quello che vuole lei…

Quindi spero di ricevere questi regali, mi sembrano anche pochi. Poi del resto, la mamma e il papà lo dicono sempre, non sono brava, sono bella!

Grazie Babbo Natale, sei sempre il mio mito.

Tua Viola

  1. Macchina elettrica della Barbie (seeeeeee, sogna bella, e poi, dove pensi di parcheggiarla? Zero! Guai solo se qualcuno osa pensarci! Inoltre, grazie al cielo ormai non ci entrerebbe più!)
  2. Cavallo della Barbie che va da solo
  3. Skylanders (le foto dei personaggi che vorrebbe sono più sotto: Rattle Shake già preso)
  4. 2 maschi della Berbie, il Ken insomma (e qui c’è l’imbarazzo della scelta, anche se quello vestito da gran galà con la giacca bianca è il suo top…santa miseria)
  5. Barbie Freundebuch (già commissionato alla teutonica numero 5)
  6. Vestiti per Ken (poveraccio, mica lo vorremo far girare per casa con il bigolo al vento…)
  7. Orologio (che sarebbe pure l’ora che imparasse a leggerelo)
  8. Microfono superglitterato vero che si trova solo da Buba (il mitico negozio delle drag queen a Porta Venezia che lo so che fa un po’ specie, ma vuoi mettere?)
  9. Libri in tedesco (già commissionati alla teutonica)
  10. Libri in italiano sui vampiri (della serie Vampiretto)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Leggi anche:

Caro Babbo Natale… (2012)

Caro Babbo Natale… (2011)

Caro Babbo Natale… (2010)

Caro Babbo Natale… (2009)

Serata fluo: ibamboli® si colorano per presentarsi al grande pubblico

Mercoledì sera Milano fremeva di eventi (Party Gioia­_Magazine e la SLS, acronimo di Shopping Lifts Spirit), complice la calura ormai decisamente (e finalmente) estiva. Invitata dalla mia amica “la Nasci” (Stefania Nascimbeni, leggere qui il suo resoconto della serata) non ho potuto esimermi dall’andare a vedere dove aveva le mani in pasta questa volta.

Stefania Nascimbeni - Photo by ViolaBlanca
Stefania Nascimbeni – Photo by ViolaBlanca
ibamboli® - Photo by ViolaBlanca
ibamboli® – Photo by ViolaBlanca

La cornice meravigliosa di una serie di cortili nascosti della White House 52 in corso Magenta (con tanto di piscina) ha accolto i numerosissimi ospiti che sono accorsi alla presentazione di una nuovissima linea di irrinunciabili braccialetti per l’estate 2013: ibamboli® colors.

ibamboli® - Photo by ViolaBlanca
ibamboli® – Photo by ViolaBlanca

Il comunicato stampa della Nasci annuncia:

“Una ventata di colore per l’estate 2013! L’originale marchio ibamboli® che da sempre dedica, impreziositi dalla personalizzazione di un esclusivo traforo artigianale, i suoi particolari gioielli al mondo degli affetti e della famiglia, lancia oggi una più giovane e versatile proposta: le simpatiche sagomine di bimba e bimbo realizzate in un bracciale di attualissimo e coloratissimo pizzo macramè con palline, cuoricini e tag di originalità in argento 925 nichel free.

Roberta Parilli, intraprendente signora milanese, è la titolare e designer dell’azienda Green Hill Due S.r.l. nonché “jewelry designer per caso”, come lei stessa ama raccontare, propone in ben 10 varianti colore per questa prima serie, quattro delle quali  nel richiestissimo fluo mood, in GIALLO, VERDE, FUXIA e CORALLO. E ancora in TURCHESE, VIOLA, VERDE BRILLANTE, BLU, ARANCIO e BIANCO OTTICO. Varianti oltre l’arcobaleno, abbinate a un divertente game concept ispirato al reale significato cromatico dei colori.

ibamboli®
ibamboli®

Ciascuno di questi rappresenta infatti un modo di essere e di sentirsi, profili diversi esplicati in brevi ed eloquenti dichiarazioni che accompagnano ciascun bracciale e ben visibili sia nel display d’esposizione dove il colpo d’occhio delle totalità cromatiche invoglia a più di un singolo acquisto che nel pack interamente trasparente.

Ancora una volta una proposta a soddisfazione del concetto di personalizzazione  tanto caro a questa griffe”.

Gossip. Anche in questa occasione, sfilata di VIP e VIPPETTE come nella migliore tradizione (tra cui una signorina buonasera e una reduce della prima edizione del Grande Fratello).

Una parte del meraviglioso buffet - Photo by ViolaBlanca
Una parte del meraviglioso buffet – Photo by ViolaBlanca

 Di che colore sei?

Bianco per chi sente di essere uno spirito libero e cittadina del mondo. “Amo la libertà”

Arancio per chi di buon umore si sveglia ogni mattino e affronta la giornata. “Sono sempre ottimista”

Corallo per chi con coraggio si spinge sempre un po’ più in là. “Vado al massimo”

Fuxia per chi  non ama passare inosservato. “Mi piace sorprendere”

Viola per chi ha il cuore grande e generoso. “Conta su di me”

Giallo fluo per tutti quelli che si proiettano nel futuro. “Adoro le novità”

Verde fluo per chi persegue con tenacia il proprio fine. “Non mollo mai”

Turchese per chi usa la fantasia e regala sogni. “Evviva l’estro creativo”

Verde per chi si da’ sempre il voto più alto. “Io valgo”

Blu per tutti coloro che si bastano con equilibrio e serenità . “Vivo in armonia”

Colora la tua estate!

il banchetto dell'artigiano che fa il traforo a mano sui bamboli in argento 925*** - Photo by ViolaBlanca
il banchetto dell’artigiano che fa il traforo a mano sui bamboli in argento 925*** – Photo by ViolaBlanca

Questo slideshow richiede JavaScript.

Da Cracco. Per una cena di compleanno indimenticabile, unica, eccezionale. Ma spero ripetibile…

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

Inutile che io mi dilunghi con parole e parole sulla grande serata che è stata. Il ristorante di Carlo Cracco è magnifico, nel cuore di Milano a davvero due passi dal Duomo. L’accoglienza è ineccepibile. Il servizio superbo. La qualità e la presentazione dei piatti eccellente, da far dire “mai provato una cosa del genere” (e da far pensare anche che io una roba così mica la so fare…). Sapori decisi, accostamenti inusuali, ricercatezza raffinata. Tutto meglio delle mie aspettative. E che emozione quando l’ho visto uscire nella sala…

Ringrazio il mio grande amore (LUI) che mi ha fatto questo splendido regalo.

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

Ma ringrazio anche i collaboratori di Cracco e lui, il grande in persona. Cosa che ho già avuto modo di fare personalmente, con mia grande faccia tosta e grande simpatia (per molti inaspettata) della star in questione. Perché per me Carlo Cracco è davvero una stella.

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

Abbiamo scelto entrambi il menù degustazione dei 10 anni, quello che raccoglie tutte le specialità di Cracco. E posso assicurare che si viene coccolati dalla prima portata all’ultima, dopo 3 ore e passa. E ci si alza da tavola inebriati, felici, soddisfatti e con già la voglia di tornare per provare dell’altro.

Cracco è un genio, un uomo affascinante e dal gusto impeccabile. Non poteva che creare dei piatti unici…

Per incominciare... - Photo by ViolaBlanca
Per incominciare… – Photo by ViolaBlanca
Per incominciare... - Photo by ViolaBlanca
Per incominciare… – Photo by ViolaBlanca
Insalata russa caramellata - Photo by ViolaBlanca
Insalata russa caramellata – Photo by ViolaBlanca

Granita al nocino, mandorle e caviale

Crema bruciata all’olio di vaniglia, garusoli e germogli di piselli - Photo by ViolaBlanca
Crema bruciata all’olio di vaniglia, garusoli e germogli di piselli – Photo by ViolaBlanca
Gamberi in salsa rosa, sedano in insalata - Photo by ViolaBlanca
Gamberi in salsa rosa, sedano in insalata – Photo by ViolaBlanca
Orata cotta appena su croccante di nocciole - Photo by ViolaBlanca
Orata cotta appena su croccante di nocciole – Photo by ViolaBlanca
Tuorlo d’uovo marinato - Photo by ViolaBlanca
Tuorlo d’uovo marinato – Photo by ViolaBlanca
Musetto di maiale fondente con scampi e pomodori verdi - Photo by ViolaBlanca
Musetto di maiale fondente con scampi e pomodori verdi – Photo by ViolaBlanca
Risotto e lenticchie - Photo by ViolaBlanca
Risotto e lenticchie – Photo by ViolaBlanca
Filetto di vitello gratinato alle erbe - Photo by ViolaBlanca
Filetto di vitello gratinato alle erbe – Photo by ViolaBlanca
Cremino di cioccolato, olive nere e capperi - Photo by ViolaBlanca
Cremino di cioccolato, olive nere e capperi – Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca
Lenti a contatto al caffè - Photo by ViolaBlanca
Lenti a contatto al caffè – Photo by ViolaBlanca

E per concludere…

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

Grazie a Cracco anche per essersi prestato a fare con me la “magnum“…

Me & Cracco - Photo by ViolaBlanca
Me & Cracco – Photo by ViolaBlanca

SHIKI restaurant, via Solferino 35, MIlano. L’evento con red carpet più cool della settimana

Si è svolta martedì 14 maggio la serata per festeggiare la nuova stella della cucina fusion, lo chef Alex Seveso.

All’arrivo una discreta folla riempiva lo spazio adiacente il ristorante che, per l’occasione, è stato “imbellettato” con tanto di red carpet. La mente della festa? La super-organizzatrice Francesca Lovatelli Caetani, direttore di Webspot magazine, che insieme alla mia amica nonché scrittrice, blogger, giornalista (e chi più ne ha più ne metta), Stefania Nascimbeni, hanno accolto le centinaia di ospiti della serata.

Protagonista dell’evento lui, lo chef Alex, che si aggirava per il “suo” ristorante stringendo mani, sorridendo di quel sorriso un po’ maliardo ed evidentemente felice per una serata più che riuscita. Tantissima gente, amici, giornalisti, fotografi, personaggi, un po’ tutti insomma, anche semplici curiosi. Il tam tam ha funzionato, la bella serata complice ha sicuramente invogliato ad acclamare, anzi riverire la stella dello Shiki.

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

Cos’altro manca? Se non siete riusciti ad assaggiare i piatti offerti, non resta che prenotare un tavolo allo Shiki.

Grazie Francesca e Stefania.

(Media Partner: Webspot Magazine. Virgin Active. Stellina Fabbri, Pianeta)

Federica Torti & Chef Alex - Credits: Carmine Arrichiello
Federica Torti & Chef Alex – Credits: Carmine Arrichiello
Francesca Lovatelli Caetani, Federica Torti & Stefania Nascimbeni - Credits: Carmine Arrichiello
Francesca Lovatelli Caetani, Federica Torti & Stefania Nascimbeni – Credits: Carmine Arrichiello

SeTuttoFosseViola 4 anni dopo…

ViolaBlanca @Christmas dinner, 2012
ViolaBlanca @Christmas dinner, 2012 – Credits: BC

Le nostre prime 4 candeline…

Un anno dopo. Caro blog ti scrivo. Ma non per distrarmi un po’, perché credo di essermi distratta anche troppo, allontanata da te per dedicarmi a cose meno piacevoli, credo tu lo sappia. Il 2012 è stato dipinto come un anno funesto (anno bisesto) e porca di quella miseria ladra, avevano ragione. Calamità (terremoti vari), attentati (tra cui la scuola di Brindisi), crisi politica, il Papa che già meditava di andarsene, i ladri, le pessime compagnie, medici incompetenti, la fine del mondo secondo i Maya. Brutte esperienze.

Che avrebbero dovuto insegnarmi cosa? La pazienza? Scemenze, una perdita di tempo. La solidarietà umana? Non esiste, esiste solo la mera curiosità spinta al pettegolezzo. La fiducia? In chi? In cosa?

La lezione più importante che ho imparato invece è che la gente dimentica, in fretta, troppo in fretta. Oppure si distrae facilmente, ecco. Peccato che la mia sia una memoria da elefante. Passo sopra, ma non dimentico. Il dolore e la sofferenza sono state compagne di viaggio. Un viaggio che mi ha marchiata per sempre. E che ho affrontato alla mia maniera, e continuo ad affrontare.

Poche, pochissime le certezze della mia vita: gli affetti, le passioni. Tutto il resto è noia, volgarità, cattiveria e meschinità.

Che un altro anno abbia inizio. Auguri caro SeTuttoFosseViola, auguri cara VB.

Caro Babbo Natale… (2012)

indirizzo_babbo_nataleCaro Babbo Natale, sono ancora in tempo, no? Ieri abbiamo fatto l’albero di Natale, anzi per la precisione io ho fatto l’albero, mentre il papà se ne stava in panciolle e la mamma preparava la cena. Quindi io ho fatto il mio dovere (che poi era anche un divertimento). Anche quest’anno sono qui a scriverti la letterina, che ho dettato alla mamma. Sì, sono nella prima classe, ma per quest’anno ci ha pensato ancora la mamma. La scuola mi piace molto, sono brava e attenta (così dicono le maestre) e la mia materia preferita è la matematica. L’italiano non è che mi piaccia tanto, per grande dispiacere della mamma… Per la notte di Natale non ti preoccupare, se ci vedi poco io ho pensato a tutto: ti accendo una candelina che lascerò per tutta la notte. Attento a non far cadere le palline dell’albero quando metti sotto i regali. E non ti curare dei due gatti, verranno ad annusarti. Anzi, solo uno, quello più coraggioso che si chiama Harry, mentre Piton, quello fifone, se ne starà nascosto tremando dalla paura. Ma senti, una curiosità: è vero che entri dalla finestra del bagno perchè è l’unica senza persiane? Ciao, grazie Babbo Natale, sei il mio eroe. Tua Viola.

  1. Diario segreto di Barbie
  2. Bambola Ribelle con cavallo (uno di quei regali assolutamente inutili)
  3. Casa della barbie (già fatto!)
  4. Sveglia con principesse o altro (basta che sia con le lancette, che suoni e che si occupi di darle la prima scossa della mattina…)
  5. Will & Kate Barbie (le arriveranno già 2 Barbie, pietà…)
  6. Lego friends (possiamo anche permetterci di restare al di fuori di questo mondo, per carità…)
  7. gioco in scatola Barbie Reginetta del Ballo (questo sììììì!!!)
  8. Guanti belli caldi + sciarpa
  9. Mollette e cerchietti (importante che il cerchietto abbia i dentini per tenere bene i capelli e non scivolare impietosamente in avanti)
  10. Stivaletti da pioggia (già presi, superaffare alla svendita di Agatha Ruiz de la Prada)

diario segreto barbieribelle con cavallocasa barbiesveglia principesseWilliam e Kate barbielego friendsBarbie Reginetta del Ballopioggia