B-KINI milanomarittima, qui con me a Formentera

Anche quest’anno sono stata baciata… Dalla fortuna! Il giorno in cui mi è arrivata la comunicazione (efficacissima) del brand da mare, non avrei certo immaginato che da lì a breve ne sarei stata omaggiata.

BIKINI milanomarittima mi ha colpita subito per la linea pulita dei modelli, ma anche e soprattutto per due linee in particolare: la serie petali e quella microborchiette. Denotano originalità e stile.

Tutti i costumi da bagno Bikini milanomarittima sono prodotti esclusivamente in Italia, con materiali 100% made in Italy.

L’intera collezione di Bikini milanomarittima è disponibile nei concept store monomarca di Crema e Milano Marittima oltre che nei negozi esclusivi di Forte dei Marmi, Cattolica ed Ascona (Svizzera).

Il brand è presente nelle più prestigiose località italiane: Capri, Santa Margherita Ligure, Portocervo , Roma, Milano e in vari paesi esteri quali Spagna, Grecia, Stati Uniti, Russia e Giappone.

Per chi fosse interessato i negozi rivenditori a Milano sono:

HIGH TECH, piazza XV Aprile 12

MAISON GIGOLETTE, Piazzale Bacone 9

– LA BONNETTERIE, Via S. Michele del Carso 18.

Un ringraziamento doveroso van quindi a Giancarlo e a Beatrice (gusto impeccabile nella scelta del colore che mi hai inviato!).

Grazie!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pics by BC & Violablanca, gracias!

Leggi anche: Alla playa con la linea Playa di Roberta Corti

Annunci

No Words, la serata F#CKING SELFIE (26 marzo 2014)

F#cking selfieIeri sera quelli di No Words se ne sono inventati un’altra. Per far parlare di sè, per far parlare di un loro cliente, per far sì che tutti ne parlassero.

Di cosa? Di F#CKING SELFIE. Non solo una cover, ma un gioco. Semplice. Hai la nuova cover di i-Pant “F#CKING SELFIE”? Ottimo punto di partenza. Ora non devi fare altro che scattare e scattare e scattare selfie (what else?) per una settimana, postarle su instagram con i seguenti hashtag:

#ipaint (onore allo sponsor)

#selfie

#fucking

#fuckingselfie

#selfiepr

#selfieday

#selfiemood

#selfiestyle

#selfienight

#selfieprive

#nowords

#pressoffice

#milano

#events

e poi tutti quelli che volete.

Chi riceverà più “mi piace” (i cuoricini di instagram insomma) riceverà ricchi premi e cotillon firmati i-Pant. Quindi, datevi da fare!

i-Pant e le sue cover, la cake designer, il djtuttorock, quellachelamondanità, la prezzemolina e chi più ne ha più ne metta. Belli, tutti belli. Sushi e prosecco, fiori e dolcetti, scatti e luci della ribalta.

Padroni di casa le co-founder di No Words, Elisa Airaghi e Manuela Cappellini, il marketing director, Marco Maria Conte Salata, la mitica Valeria Pink, la superbamiastylustpreferita Federica Piacenza e scusatesehodimenticatoqualcuno.

Me & Bellachioma
Me & Bellachioma “beccate” sul tappetto – photo by No Words

Leggi anche:

No Words. Il Press Day (9, 10 aprile 2013)

Guendaland alla Maison Moschino, Milano 8 maggio 2013

Press day @No Words (6 novembre 2013)

Caro Babbo Natale… (2013)

Bambina_arrabbiata_con_cappello_di_Babbo_NataleCaro Babbo Natale ciao.

Anche quest’anno sono qui a scriverti la letterina, cioè, la sta scrivendo la mamma, anche se io sono nella seconda classe, ma mi piace la tradizione che abbiamo: io chiedo, la mamma scrive brontolando e dicendo “questo sì, questo no”, e ovviamente anche questa volta non ha perso occasione per farlo. Ma ho controllato, ho visto che ha comunque scritto tutto.

Come sono stata io? Beh, tutto sommato direi brava. A parte aver preso proprio venerdì scorso la mia prima nota, ma legata al comportamento, ok, ci sta, no? Io non ci credo che tu sei stato sempre così bravo, guarda che so come funzionano le cose. Nessuno si salva, nessun escluso. A scuola vado bene, ok, quando non sono distratta, ma non è colpa mia. E poi dico io, come si fa a stare sempre attenti? Io voglio vivere, voglio divertirmi, i miei amici contano. A partire dalla Vicky, sempre presente, poi Oliver, Niccolò (che ha un posto speciale nel mio cuore, ma non lo dire a nessuno), poi la Dodi, Ale e tutti gli altri.

Ma non divaghiamo.

La mamma dice che se non mi comporto bene inizia a levare un regalo per volta, fino a quando, lei pensa, non ne resterà nemmeno uno. Non oso pensarci! Può davvero farlo? Dimmelo, ti prego. Può davvero fare in modo che io non riceva i regali? Che tragedia sarebbe!

Io ci provo a fare la brava, davvero, ma ogni tanto mi distraggo. Poi anche la mamma, diciamola tutta, non è questo stinco di santa. Mica è facile fare tutto quello che vuole lei…

Quindi spero di ricevere questi regali, mi sembrano anche pochi. Poi del resto, la mamma e il papà lo dicono sempre, non sono brava, sono bella!

Grazie Babbo Natale, sei sempre il mio mito.

Tua Viola

  1. Macchina elettrica della Barbie (seeeeeee, sogna bella, e poi, dove pensi di parcheggiarla? Zero! Guai solo se qualcuno osa pensarci! Inoltre, grazie al cielo ormai non ci entrerebbe più!)
  2. Cavallo della Barbie che va da solo
  3. Skylanders (le foto dei personaggi che vorrebbe sono più sotto: Rattle Shake già preso)
  4. 2 maschi della Berbie, il Ken insomma (e qui c’è l’imbarazzo della scelta, anche se quello vestito da gran galà con la giacca bianca è il suo top…santa miseria)
  5. Barbie Freundebuch (già commissionato alla teutonica numero 5)
  6. Vestiti per Ken (poveraccio, mica lo vorremo far girare per casa con il bigolo al vento…)
  7. Orologio (che sarebbe pure l’ora che imparasse a leggerelo)
  8. Microfono superglitterato vero che si trova solo da Buba (il mitico negozio delle drag queen a Porta Venezia che lo so che fa un po’ specie, ma vuoi mettere?)
  9. Libri in tedesco (già commissionati alla teutonica)
  10. Libri in italiano sui vampiri (della serie Vampiretto)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Leggi anche:

Caro Babbo Natale… (2012)

Caro Babbo Natale… (2011)

Caro Babbo Natale… (2010)

Caro Babbo Natale… (2009)

Press day @No Words (6 novembre 2013)

Anche quest’anno l’ufficio stampa No Words ha aperto i suoi battenti alla stampa (ma come sempre, non solo). Si è tirato a lucido e si è messo in bella mostra per offrirci un viaggio nel mondo della sua vasta clientela. Marchi consolidati e new entry.

La mia personale Virgilio è stata come sempra la mitica Valeria Pink. Non puoi non essere felice quando le stai accanto…

Me & Valeria Pink
Me & Valeria Pink

Iniziate il tour insieme a me.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alla playa con la linea Playa di Roberta Corti

Io che a Formentera ci vivo non potevo mica farmi scappare questa nuova linea di costumi!!! Meno male che la mia amica Stefania Nascimbeni ogni tanto mi pensa e, ovvio che io le sia venuta in mente. Chi meglio di me poteva scrivere, sfoggiare e mettere in mostra questa meravigliosa linea di costumi (ma non solo) che della mia isla porta il marchio ovunque?

Questo deve aver pensato Roberta Corti mentre disegnava la linea Playa. Le acque incredibilmente turchesi dell’isla, le sue spiagge infinite o raccolte (le mie segrete, quelle che prediligo), la movida ma anche la pace che qui si può assaporare, e poi ancora l’unica puesta del sol, la natura da celebrare fuori stagione e la quiete da ritrovare nella propria finca.

Andrei avanti a parlare per ore di questo incredibile posto che è Formentera

Ma oggi tutto è dedicato a Roberta Corti che con il costume della mia vita (quello nelle foto con il simbolo della pace), non poteva farmi regalo più gradito. Date un’occhiata anche voi al sito di Roberta e fate la vostra scelta.

Che la pace sia con noi.

Me y Playa - Photo by M.R.
Me y Playa – Photo by M.R.
Me y Playa - Photo by M.R.
Me y Playa – Photo by M.R.
Me y Playa - Photo by ViolaBlanca
Me y Playa – Photo by ViolaBlanca
Me y Playa - Photo by ViolaBlanca
Me y Playa – Photo by ViolaBlanca
Me y Playa - Photo by ViolaBlanca
Me y Playa – Photo by ViolaBlanca

Dal comunicato stampa:

Playa nasce nel 2007 a Formentera, e da questa piccola e bellissima isola prende vita e ispirazione la primavera estate firmata dalla stilista Roberta Corti. Una collezione che fa vivere i sapori e le atmosfere di quel luogo speciale, che conserva l’anima hippy del passato e ancora oggi luogo ideale per chi ama vivere in sintonia con la natura. Questo un mood che la stilista ha reso suo e che con gli anni si è fuso con altre atmosfere e altri luoghi. Il mondo PLAYA, si può concretizzare attraverso tre principi: flessibilità, originalità e qualità.

Flessibilità che fa rima con versatilità: i pezzi della collezione sono infatti proposti in tutte le fantasie, in tutti colori e in tutte le taglie, un look da interpretare e combinare a proprio piacimento. Il risultato è uno stile personale e personalizzabile, e soprattutto modificabile a seconda del mood del momento o dell’umore. Capi versatili e reversibili: i pantaloni lunghi diventano shorts, le t-shirt e il poncho – vero must del marchio – si tramutano in gonne, i pantaloni in coprispalle, le camicie in un abito lungo. Il massimo della praticità senza rinunciare allo stile.

Originalità come creatività: ogni donna racchiude in sé non una, ma tante personalità diverse con cui giocare e divertirsi. Playa non propone quindi uno stile predefinito, ma tanti look quante sono le tante sfumature dell’animo femminile: sexy, romantiche, sognatrici, trasgressive, un po’ bambine. Non ci sono limiti alla fantasia, basta usare la propria immaginazione. Con Playa è semplice creare il costume più adatto alla propria età e al proprio fisico, grazie alla varietà di modelli appositamente studiati per esaltare le diverse caratteristiche delle donne, e all’ampia scelta di colori.

La palette cromatica, come nelle stagioni passate, propone 9 varianti colore, di cui 3 stampe e 6 tinte unite. Quest’anno protagoniste in passerella le stampe ispirate al mood degli anni ’70, tratto distintivo del marchio che rivela, insieme alla passamaneria, la mano della stilista e il mondo a cui s’ispira. Così romantici motivi floreali e fiorellini stilizzati si alternano a minuscoli rettangoli e micro fantasie geometriche, che si ripetono in serie come tante piccole greche. L’ispirazione di stampo hippie è evidente anche nell’uso del simbolo della pace, che diventa all’occasione la chiusura di uno slip, un fermaglio, una collana.  I colori di questi accessori, così come quelli delle stampe, sono gli stessi che ritroviamo nelle varianti a tinta unita e che, una volta abbinate tra loro, creano originali contrasti e insolite armonie. Verde acqua e ruggine, giallo e avio, rosa e nero sono una presenza costante all’interno dell’intera collezione, ora nei tessuti, ora nei bottoni utilizzati come chiusure degli abiti e dei bikini, o ancora negli anelli decorativi e nei gioielli realizzati con i materiali più diversi. Questi bijoux, così come le cinture, sono pezzi unici fatti a mano che completano il look con un tocco di pura creatività.

Qualità che vuol dire: cura nella scelta dei materiali, attenzione al processo produttivo 100% made in Italy, e amore per la lavorazione artigianale. I costumi sono realizzati nella microfibra più pregiata, doppiata per ottenere l’effetto double-face, mentre i capi fuori-acqua sono realizzati in garza di cotone, georgette di seta, e cinzato. A ognuno il suo Playa.

Serata fluo: ibamboli® si colorano per presentarsi al grande pubblico

Mercoledì sera Milano fremeva di eventi (Party Gioia­_Magazine e la SLS, acronimo di Shopping Lifts Spirit), complice la calura ormai decisamente (e finalmente) estiva. Invitata dalla mia amica “la Nasci” (Stefania Nascimbeni, leggere qui il suo resoconto della serata) non ho potuto esimermi dall’andare a vedere dove aveva le mani in pasta questa volta.

Stefania Nascimbeni - Photo by ViolaBlanca
Stefania Nascimbeni – Photo by ViolaBlanca
ibamboli® - Photo by ViolaBlanca
ibamboli® – Photo by ViolaBlanca

La cornice meravigliosa di una serie di cortili nascosti della White House 52 in corso Magenta (con tanto di piscina) ha accolto i numerosissimi ospiti che sono accorsi alla presentazione di una nuovissima linea di irrinunciabili braccialetti per l’estate 2013: ibamboli® colors.

ibamboli® - Photo by ViolaBlanca
ibamboli® – Photo by ViolaBlanca

Il comunicato stampa della Nasci annuncia:

“Una ventata di colore per l’estate 2013! L’originale marchio ibamboli® che da sempre dedica, impreziositi dalla personalizzazione di un esclusivo traforo artigianale, i suoi particolari gioielli al mondo degli affetti e della famiglia, lancia oggi una più giovane e versatile proposta: le simpatiche sagomine di bimba e bimbo realizzate in un bracciale di attualissimo e coloratissimo pizzo macramè con palline, cuoricini e tag di originalità in argento 925 nichel free.

Roberta Parilli, intraprendente signora milanese, è la titolare e designer dell’azienda Green Hill Due S.r.l. nonché “jewelry designer per caso”, come lei stessa ama raccontare, propone in ben 10 varianti colore per questa prima serie, quattro delle quali  nel richiestissimo fluo mood, in GIALLO, VERDE, FUXIA e CORALLO. E ancora in TURCHESE, VIOLA, VERDE BRILLANTE, BLU, ARANCIO e BIANCO OTTICO. Varianti oltre l’arcobaleno, abbinate a un divertente game concept ispirato al reale significato cromatico dei colori.

ibamboli®
ibamboli®

Ciascuno di questi rappresenta infatti un modo di essere e di sentirsi, profili diversi esplicati in brevi ed eloquenti dichiarazioni che accompagnano ciascun bracciale e ben visibili sia nel display d’esposizione dove il colpo d’occhio delle totalità cromatiche invoglia a più di un singolo acquisto che nel pack interamente trasparente.

Ancora una volta una proposta a soddisfazione del concetto di personalizzazione  tanto caro a questa griffe”.

Gossip. Anche in questa occasione, sfilata di VIP e VIPPETTE come nella migliore tradizione (tra cui una signorina buonasera e una reduce della prima edizione del Grande Fratello).

Una parte del meraviglioso buffet - Photo by ViolaBlanca
Una parte del meraviglioso buffet – Photo by ViolaBlanca

 Di che colore sei?

Bianco per chi sente di essere uno spirito libero e cittadina del mondo. “Amo la libertà”

Arancio per chi di buon umore si sveglia ogni mattino e affronta la giornata. “Sono sempre ottimista”

Corallo per chi con coraggio si spinge sempre un po’ più in là. “Vado al massimo”

Fuxia per chi  non ama passare inosservato. “Mi piace sorprendere”

Viola per chi ha il cuore grande e generoso. “Conta su di me”

Giallo fluo per tutti quelli che si proiettano nel futuro. “Adoro le novità”

Verde fluo per chi persegue con tenacia il proprio fine. “Non mollo mai”

Turchese per chi usa la fantasia e regala sogni. “Evviva l’estro creativo”

Verde per chi si da’ sempre il voto più alto. “Io valgo”

Blu per tutti coloro che si bastano con equilibrio e serenità . “Vivo in armonia”

Colora la tua estate!

il banchetto dell'artigiano che fa il traforo a mano sui bamboli in argento 925*** - Photo by ViolaBlanca
il banchetto dell’artigiano che fa il traforo a mano sui bamboli in argento 925*** – Photo by ViolaBlanca

Questo slideshow richiede JavaScript.

SHIKI restaurant, via Solferino 35, MIlano. L’evento con red carpet più cool della settimana

Si è svolta martedì 14 maggio la serata per festeggiare la nuova stella della cucina fusion, lo chef Alex Seveso.

All’arrivo una discreta folla riempiva lo spazio adiacente il ristorante che, per l’occasione, è stato “imbellettato” con tanto di red carpet. La mente della festa? La super-organizzatrice Francesca Lovatelli Caetani, direttore di Webspot magazine, che insieme alla mia amica nonché scrittrice, blogger, giornalista (e chi più ne ha più ne metta), Stefania Nascimbeni, hanno accolto le centinaia di ospiti della serata.

Protagonista dell’evento lui, lo chef Alex, che si aggirava per il “suo” ristorante stringendo mani, sorridendo di quel sorriso un po’ maliardo ed evidentemente felice per una serata più che riuscita. Tantissima gente, amici, giornalisti, fotografi, personaggi, un po’ tutti insomma, anche semplici curiosi. Il tam tam ha funzionato, la bella serata complice ha sicuramente invogliato ad acclamare, anzi riverire la stella dello Shiki.

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

Cos’altro manca? Se non siete riusciti ad assaggiare i piatti offerti, non resta che prenotare un tavolo allo Shiki.

Grazie Francesca e Stefania.

(Media Partner: Webspot Magazine. Virgin Active. Stellina Fabbri, Pianeta)

Federica Torti & Chef Alex - Credits: Carmine Arrichiello
Federica Torti & Chef Alex – Credits: Carmine Arrichiello
Francesca Lovatelli Caetani, Federica Torti & Stefania Nascimbeni - Credits: Carmine Arrichiello
Francesca Lovatelli Caetani, Federica Torti & Stefania Nascimbeni – Credits: Carmine Arrichiello

Guendaland alla Maison Moschino, Milano 8 maggio 2013

Si è svolta ieri sera l’esclusiva festa per celebrare

GUENDALAND EVOLUTION

UN ANNO DOPO UN GRANDE EVENTO PER IL PRIMO ANNO DELL’E-COMMERCE GUENDALAND

INVITO-3La Maison Moschino ha aperto le sue porte e addobbato lo spazio esterno per una serata molto glamour. Ad accogliermi la sempre effervescente Valeria (che per me resta Pink, anche se ieri sera molto Yellow!).

E inizia il giro. Prima uno scorcio alle immancabili scarpe di Alexander Smith London, poi si entra nella sala dedicata al mondo di Guendalina Canessa.

Le scarpe della sua linea in anteprima: tacco vertiginoso a terminare con un rivisitatissimo lecca lecca e l’eau de parfum per uomo e donna.

Photo by Violablanca
Photo by ViolaBlanca
Photo by Violablanca
Photo by ViolaBlanca
Photo by Violablanca
Photo by ViolaBlanca
Photo by Violablanca
Photo by ViolaBlanca

Ma anche i costumi da bagno di Francesca Conoci

Francesca Conoci - Photo by ViolaBlanca
Francesca Conoci – Photo by ViolaBlanca

la bigiotteria dolce di Haribo Bijoux

Haribo Bijoux - Photo by ViolaBlanca
Haribo Bijoux – Photo by ViolaBlanca

le borse La Fille des Fleurs; i gioielli di Marlù; le borse Too

Too - Photo by ViolaBlanca
Too – Photo by ViolaBlanca

Poi si torna fuori per l’aperitivo offerto e la degustazione delle specialità di un catering d’eccellenza a cura del pluripremiato chef Andrea Zanin.

Grazie No Words!

Le chicche.

Inquietanti mise, improponibili accoppiate, è stata una sfilata vera e propria. Non sempre riuscita. Scarpe di tutte le fogge, si è puntato sullo strafare. Abiti in chiffon con code svolazzanti, numerose ospiti si sono ritrovate a guardarsi l’un l’altra incapaci di riconoscersi, soprattutto di distinguersi. Ovvi e scontati tripudi di tette (rifatte, ovviamente), biancheria intima lasciata nel cassetto di casa, toy boys al guinzaglio, scene azzardate di rincorsa al VIPPONE di turno (un fattucchiere recuperato dagli archivi di canale 5, una starlette feticista dei piedi magra tanto magra, un calciatore attaccabrighe in pensione, una superstite profuga di un’isola che non c’è più dai lunghi capelli lisci, tanto per citarne alcuni)… Meno male che la mia scelta è caduta sulla sola e unica numero 1!

Me & Selvaggia Lucarelli - Photo by ViolaBlanca
Me & Selvaggia Lucarelli – Photo by ViolaBlanca

Per saperne di più.

Guendaland, l’e-commerce nato dalla passione per la moda degli imprenditori Guendalina Canessa e Giovanni Ruvolo, in arte “Dorian” , spegne la sua prima candelina con un grande evento.

Il sito, completamente rinnovato, e le nuove collezioni verranno presentati in esclusiva alla stampa l’8 MAGGIO 2013 DALLE 18:30 PRESSO L’ESCLUSIVA MAISON MOSCHINO DI MILANO IN VIALE MONTEGRAPPA 12, insieme a numerosi personaggi del mondo dello spettacolo e partner prestigiosi tra cui Serena Cecchini, Suarez Parfums e Vipi Creation.

Guendaland, nato per dar spazio e opportunità di vendita a brand emergenti, ha riscontrato fin dal suo esordio un enorme successo generando sempre nuove partnership che hanno portato Guendalina e Dorian al lancio di una linea propria a marchio Guendaland: scarpe, t-shirt, profumi e molto altro.

Una sfida importante di cui i due imprenditori sono orgogliosi di mostrare il risultato, unito al restyling del sito, affidato all’agenzia Monkey, che permetterà una navigazione ancora più user friendly.

Ad un anno di distanza – afferma Guendalina Canessa – l’adrenalina è sempre più forte e insieme al mio socio Dorian vogliamo cercare di fare la differenza. Prima di buttarci su una linea tutta nostra abbiamo lavorato tanto alla ricerca del “particolare” per presentare qualcosa di singolare e sono sicura che ci siamo riusciti. Posso solo dirvi che, vi stupiremo per la fantasia e unicità dei pezzi della nostra collezione”.

L’evento è realizzato anche grazie alla collaborazione di diversi sponsor quali Marlù Gioielli, Haribo Bijoux, Vogue Shoes Milano, Royal Nail Fashion, Flavour Shop, TOOitaly.

Guendaland Evolution: ALWAYS GLITTER!

No Words. Il Press Day (9, 10 aprile 2013)

Con le due giornate dedicate alla stampa (ma non solo), No Words, ufficio stampa moderno e grintoso di Elisa Airaghi e Manuela Cappellini, si è tirato a lucido per presentarci le nuove collezioni.

Accolta dalla sorridentissima Valeria (Pink) iniziamo il giro.

alex-logo2Le scarpe, l’altezza, le borchie. (Ne parlo anche su Mondo Rosa Shokking)

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

logoFemminilità, eleganza e sensualità sono tratti distintivi della collezione P/E 2013 Vittoria Romano, che si caratterizza per il forte carattere cosmopolita e sempre attuale. Una donna avant-garde, ma fedele allo stile classico e bon-ton che contraddistingue anche la linea di questa stagione.

header

Il dettaglio della manifattura italiana per calzature irrinunciabili.

logoYou wear the trends“. Questo il mood della nuova collezione P/E 2013 firmata Sweet Matilda, per una donna che ama indossare i colori e le forme più in voga con personalità e un tocco di ironia, dettando le regole del proprio stile.

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

e6ee4f_21463c3b39d4d298f374de77a49edf3b.jpg_srz_875_175_75_22_0.50_1.20_0.00_jpg_srz

Orologio da taschino o collana, rigorosamente unisex, rigorosamente made in Italy.

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

logo-manoushfleursL’atmosfera della nuova collezione P/E 2013 di Manoush è luminosa, rilassata e piena di colore come una vacanza alle Hawaii: tessuti freschi e leggeri come la garza e il voile, turchesi intensi e tonalità oceaniche che riverberano un’estate profumata e voluttuosa come un fiore d’ibisco.

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

taglia 42Taglia42, brand 100% Made in Italy, per la collezione P/E 2013 propone colore, energia ed ironia per una donna decisa e grintosa. La collezione trae ispirazione dalle donne italiane: donne che affrontano la vita in maniera positiva, che amano il proprio lavoro, che escono con le amiche e coltivano con gioia i loro interessi perché si piacciono e vogliono prendersi cura di sé. A tutte queste donne, fresche e vitali, Taglia42 dedica la collezione.

luisa briniL’arrivo della stagione estiva porta sempre un sapore di rinascita e Luisa Brini sceglie di raccontare, attraverso le sue “opere“, la storia di una genesi: quella della nostra vita.

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

sperrylogoPer questa stagione la collezione è stata ispirtata da 3 forti temi: White Sands, una linea pulita e sofisticata, che ricorda il look classico del “Grande Gatsby”; Get Sporty, che combina il tema nautico ad uno stile marinaro dall’accento retrò; infine, Vacationland si ispira al periodo d’oro di Miami e Palm Springs.

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

adidas-by-stella-mccartney-logo

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

dadalogo_small

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

white rabbit couture

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

queenD

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

TOOLATE_logo

Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca
Photo by ViolaBlanca

Caro Babbo Natale… (2012)

indirizzo_babbo_nataleCaro Babbo Natale, sono ancora in tempo, no? Ieri abbiamo fatto l’albero di Natale, anzi per la precisione io ho fatto l’albero, mentre il papà se ne stava in panciolle e la mamma preparava la cena. Quindi io ho fatto il mio dovere (che poi era anche un divertimento). Anche quest’anno sono qui a scriverti la letterina, che ho dettato alla mamma. Sì, sono nella prima classe, ma per quest’anno ci ha pensato ancora la mamma. La scuola mi piace molto, sono brava e attenta (così dicono le maestre) e la mia materia preferita è la matematica. L’italiano non è che mi piaccia tanto, per grande dispiacere della mamma… Per la notte di Natale non ti preoccupare, se ci vedi poco io ho pensato a tutto: ti accendo una candelina che lascerò per tutta la notte. Attento a non far cadere le palline dell’albero quando metti sotto i regali. E non ti curare dei due gatti, verranno ad annusarti. Anzi, solo uno, quello più coraggioso che si chiama Harry, mentre Piton, quello fifone, se ne starà nascosto tremando dalla paura. Ma senti, una curiosità: è vero che entri dalla finestra del bagno perchè è l’unica senza persiane? Ciao, grazie Babbo Natale, sei il mio eroe. Tua Viola.

  1. Diario segreto di Barbie
  2. Bambola Ribelle con cavallo (uno di quei regali assolutamente inutili)
  3. Casa della barbie (già fatto!)
  4. Sveglia con principesse o altro (basta che sia con le lancette, che suoni e che si occupi di darle la prima scossa della mattina…)
  5. Will & Kate Barbie (le arriveranno già 2 Barbie, pietà…)
  6. Lego friends (possiamo anche permetterci di restare al di fuori di questo mondo, per carità…)
  7. gioco in scatola Barbie Reginetta del Ballo (questo sììììì!!!)
  8. Guanti belli caldi + sciarpa
  9. Mollette e cerchietti (importante che il cerchietto abbia i dentini per tenere bene i capelli e non scivolare impietosamente in avanti)
  10. Stivaletti da pioggia (già presi, superaffare alla svendita di Agatha Ruiz de la Prada)

diario segreto barbieribelle con cavallocasa barbiesveglia principesseWilliam e Kate barbielego friendsBarbie Reginetta del Ballopioggia